Le feritoie d’alabastro

13,00 11,05

Quanto siamo realmente in grado di conoscere, dunque di comprendere, l’altro da noi? Questa è la domanda sottesa nelle pagine de “Le feritoie d’alabastro”, una raccolta di scritti che indaga gli stati esistenziali dell’uomo dall’angusta prospettiva di una stretta finestra sul mondo, i cui confini sono circoscritti dalla limitata possibilità che abbiamo di scrutare l’intangibile, l’animo del nostro “prossimo”.

Categoria:

Biografia

Matteo Bona (1997) è poeta, pittore e musicista. Vive ad Asti e studia Lingue Moderne Straniere e Letterature Contemporanee presso l’Università del Piemonte Orientale. Ha pubblicato diversi saggi e raccolte di poesia, tra cui “Oltre la Poesia” (Edizioni Della Rovere, 2016) e “Il senso del nulla” (Montedit, 2018), e collabora con la rivista “La recherche”.

Informazioni aggiuntive

ISBN

9788899820190

Collana

Petali e Corolle

Genere

Racconti brevi

Anno di pubblicazione

2018

Formato

brossura, 128 pagg.

Progetto grafico copertina

Diego Civino

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Le feritoie d’alabastro”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

TOP